EVENTO GIUGNO 2018 – FESTIVAL del BENESSERE NATURALE VARZI 2018

 

 

AYURYOGA 4 è lieta di annunciare il primo FESTIVAL DEL BENESSERE NATURALE ” VARZI 2018 ” con l’obbiettivo di promuovere e divulgare metodologie di prevenzione e salvaguardia della salute in ambito naturale nel suo contesto prediletto, la natura delle verdi colline dell’Oltrepò Pavese in Valle Staffora presso la struttura del mercato coperto a Varzi, Piazza della Fiera.

OSPITI SPECIALI il DOTT. Vinod Kumar e la DOTT. Neethu Singh, medici ayurvedici e yogici direttamente per noi da Rishikesh, INIDIA per uno scambio interculturale e relazionale.

YOGA, AYURVEDA, MEDITAZIONE, GESTIONE DELLO STRESS LAVORO CORRELATO, MUSICA, CONDIVISIONI, TANTA FRATELLANZA E PRODOTTI E PRODUTTORI LOCALI vi offriranno due giornate per conoscere e approfondire un via amorevole e sostenibile il benessere individuale e sociale nello spirito del SEVA YOGA.

SEVA YOGA

Seva è un termine di origine sanscrita per indicare il servizio disinteressato, ovvero svolto senza aspettativa di risultato o ricompensa per la persona che lo svolge. L’idea di seva è particolarmente importante in molte tradizioni mistiche e spirituali. Servire gli altri è considerato un modo più o meno indiretto per servire l’Universo Intero.

Nell’Induismo è anche chiamato karma yoga ovvero unione attraverso l’azione. È una delle tre pratiche principali del Surat Shabd Yoga che è un termine che indica “lo yoga della Luce e del Suono”. Si tratta di una via spirituale che viene impartita da un Maestro spirituale (“Satguru”) tramite l’iniziazione. La meditazione, che è la pratica più importante, viene effettuata sui due principi di Luce e di Suono.

Un’occasione unica a portata di sorriso per aprire o consolidare pratiche millenarie sempre più attuali e moderne.

LE TRADIZIONI NON SONO STATE MAI COSI’ MODERNE……..

PER INFO:
http://www.ayuryoga4.com
+39 333 6259 543

+41 076 7931 860

EVENTO SETTEMBRE 2018 – VIAGGIO DALLA CAPITALE DELLO YOGA ALLA SORGENTE DEL GANGE-INDIA

SPIRITUAL TRAVELLER

03 Settembre – 16 Settembre 2018

DALLA CAPITALE DELLO YOGA ALLA SORGENTE DEL GANGE

THE SOURCE / LA SORGENTE – Una serie di ritiri spirituali di yoga in India

I nostri Ritiri Spirituali di Yoga e Meditazione sono per coloro che amano combinare lo Yoga Retreat in India con un’esperienza spirituale più profonda. Supportato da un insegnante di yoga e terapista ayurvedco, traduttore ed insegnate di inglese per apprendimento e consolidamento linguistico ITALIANO INGLESE,

Situato nel profondo delle verdi colline delle montagne magiche, il nostro bellissimo Yoga Ashram a Rishikesh sarà la vostra casa per la prima settimana del ritiro.

Una settimana di pratica dello yoga ti permette di diventare più centrato e di prepararti per l’imminente esperienza spirituale profonda nella seconda settimana del ritiro, uno speciale viaggio spirituale attraverso l’Himalaya.

Questa è una bellissima opportunità per scoprire la fonte del nostro essere e il significato più profondo della vita trovando una connessione con le forti energie delle Montagne dell’Himalaya.

Dove la Spiritualità incontra l’Immersione culturale

Lo scopo dei nostri Ritiri Yoga in India è di portarti in viaggi magici attraverso la culla dello yoga, farti godere della ricca cultura indiana e della bellezza della natura mentre apprendi la sua storia e la sua antica saggezza.

Ti verrà offerta un’occasione speciale per sperimentare alcuni dei luoghi più spirituali dell’India attraverso gli occhi di un filosofo e maestro yoga Yogi Ji. Nato nel nord dell’India dell’Himalaya, dedito alla vita spirituale fin dalla prima giovinezza, ha una forte connessione con la natura. Seguendo le orme degli antichi yogi, ci conduce in un viaggio attraverso i paesaggi sacri dell’Himalaya per trovare la Fonte della Vita, usando la mitologia, la filosofia e soprattutto la spiritualità per trovare la fonte interiore.

Cammineremo per i sentieri dove per secoli centinaia di migliaia di ricercatori hanno camminato e meditato sulla ricerca del significato della vita. Speriamo di immergerci in alcune delle loro potenti energie per trasformare le nostre vite e avvicinarci all’autocoscienza e alla chiarezza della mente.

Fai una pausa tanto necessaria e concediti una bella trasformazione con il nostro Ritiro Spirituale Yoga nell’Himalaya del Nord dell’India!

The Source – Un ritiro spirituale di yoga alla fonte del Gange

Il nostro speciale ritiro spirituale di due settimane in Himalaya ti porta al ghiacciaio di Gomukh, la vera sorgente del sacro fiume Gange! Inizieremo il pellegrinaggio da Gangotri,una piccola città di montagna vicino al confine indo-tibetano, dedicata alla Dea Ganga e uno delle 4 Char dhams, i tempi più sacri dell’Induismo .

Abbiamo scelto The Source of the Ganges per il nostro primo Ritiro Spirituale Yoga in India perché nell’induismo la Dea Ganga è il simbolo della vita. Tra i molti simboli dell’India dotati di spiritualità, l’acqua è la più sacra, allo stesso tempo la purificatrice e l’origine del mistero. È la fonte della vita reale e immaginaria.

Secondo la mitologia fu Lord Shiva che portò giù la Madre Celeste dal cielo con le sue lunghe ciocche di capelli e diffuse i suoi poteri in sette correnti che scorrevano fino agli angoli più remoti della Terra.

Il nostro ritiro spirituale di meditazione e yoga ci porterà in un viaggio sulle montagne che danno vita al fiume sacro. Pratichiamo la meditazione camminata ed eseguiamo la puja – la cerimonia del culto – proprio alla Fonte del Gange. Le montagne magiche dove la natura incontaminata incontra antichi pellegrini e le energie meditative degli yogi ci daranno un’opportunità speciale per una crescita spirituale e personale.

Perché dovrei scegliere The Spiritual Yoga Retreat to The Source of the Ganga?

Se vuoi unire uno Yoga Retreat in India con un’esperienza spirituale, questo è assolutamente quello da scegliere. Il Gange è il fiume più sacro dell’India, Ganga è nostra madre. Gli indù credono che fare il bagno nel fiume Gange lavi i nostri peccati. Camminare fino a Gomukh, la Fonte del Gange, è un viaggio davvero potente e trasformativo. Fare un tuffo qui ti darà un nuovo inizio nella vita!

Ti invitiamo cordialmente ad unirti a noi nel nostro prossimo Ritiro Spirituale Yoga alla Fonte del Gange!

PROGRAMMA

Prima settimana di ritiro – Ritiro yoga a Rishikesh al Yoga Ashram

Durante la prima settimana di Ritiro rimarrai al Yoga Ashram a Rishikesh. La nostra Yoga Ashram si trova proprio sulle rive di Modre Gange, la tua luminosa stanza ha una vista diretta sulla fluente Dea del fiume; garantito per infondervi ogni giorno con energia calmante e rigenerante.

Avrai la tua stanza e il tuo bagno privato, riceverai ogni giorno pasti freschi ayurvedici e guadagnerai la pace interiore. Offriamo un programma buono, sano ed equilibrato nei nostri ritiri yoga. Inizierai la giornata cantando mantra spirituali con noi e imparando le tecniche del pranayama. Avrai due lezioni di yoga di 1,5 ore al giorno, insegnate dai nostri insegnanti esperti. Le nostre lezioni sono incoraggianti e dettagliate.

Dopo pranzo avrai tempo libero da spendere come desideri. Molti dei nostri ospiti amano esplorare Rishikesh, avventurandosi nell’Ashram dei Beatles, visitando altri siti spirituali come templi e grotte di meditazione intorno alla città. La sera rilasserai e acquieterai la mente con noi durante una meditazione. Due volte alla settimana avrai anche lezioni di Filosofia Yogica tenute da Yogi Ji, dove offriamo una guida su come lo yoga può aiutarti a condurre una vita più significativa e propositiva.

Il tuo ritiro yoga di Rishikesh ti permetterà di rilassarti, rilassarti, diventare più centrato e vivere uno stile di vita sano e autentico. È il modo migliore di prepararti per la seguente esperienza spirituale sull’Himalaya.

Cosa è incluso nella prima settimana?

Due sessioni di yoga al giorno
Conferenze, meditazione, lezioni di filosofia yoga
Lezione di Inglese giornaliera
Tre pasti vegetariani sani tutti i giorni
Un massaggio ayurvedico
Alloggio in una camera da letto privata con bagno annesso

Seconda settimana di ritiro: inizia il tuo viaggio verso la sorgente del Gange.

1 ° giorno: Rishikesh a Gangnani Hot Springs
Il nostro primo giorno, partiremo dall’Ashram e inizieremo ad avventurarci fino alle Sorgenti termali di Gangnani nel nostro trasporto privato. Assicurati di avere i vestiti caldi imballati! Sarà un bel drive. Copriremo ben 216 chilometri e saliremo fino a 2392 metri. Vieni preparato con degli occhi spalancati per ammirare il nostro colorato modo di vivere fuori dalla tua finestra. Passeremo attraverso molti deliziosi villaggi e città, con Madre Gange sotto di noi. Faremo delle pause regolari per alcune tazze calde e deliziose del chai e visiteremo i luoghi santi come piccoli templi lungo la strada per preparare la mente e l’anima all’esperienza spirituale suprema che ci attende.
Raggiungeremo presto la nostra destinazione magica per la giornata del pomeriggio: le sorgenti calde di Gangnani per dare energia alla tua anima. Immergi le dita dei piedi, o tutto te stesso in queste calde acque purificatrici per rilassare i tuoi piedi prima della tua escursione yoga questa settimana! Con strutture separate per uomini e donne, immergiti lentamente e rilassati.
 
2 ° giorno: Gangnani a Dharali
Oggi saliremo ancora più in alto sull’Himalaya, ma con una guida molto più breve: solo 33 chilometri. A 2680 metri, vi troverete nel caratteristico, rilassante, pittoresco piccolo borgo di Dharali. Si ritiene che il saggio Bhagirath abbia meditato qui per portare giù dal cielo Madre Gange. Punteggiato da deliziosi hotel, pensioni e ristoranti, lungo il fiume Bhagirathi, questa piccola città di mercato si anima rapidamente tra maggio e giugno. La neve si è sciolta e le famigerate succulente mele di Dharali sono pronte per essere vendute. Faremo in modo di assaggiarli e gustarli!
Avrai la sensazione di tornare indietro nel tempo mentre ci avventureremo nel vicino villaggio tibetano locale. La pace e la tranquillità vi accolglieranno tra le tradizionali case di legno, attraverso dolci turbini di fumo mentre le teiere bollono e i fuochi di legna brillano. Gli abitanti del villaggio sono incredibilmente gentili e accoglienti; felice di condividere la loro cultura con te. Attraverso il fiume Bhagirathi, incontrerai molti abitanti del villaggio di Dharali.
Mentre ti farai strada verso la montagna, ti troverai in scene come se fossero state strappate da una fiaba. Campi verdi lussureggianti, mucche che sgranano dolcemente sugli arbusti e 7 splendenti laghi scintillanti ti aspettano. È qui che faremo la nostra pratica yoga, godendo della bellezza che ci circonda.
3 ° giorno: Dharali a Gangotri
Dal meraviglioso villaggio di Dharali, continueremo la nostra strada per 19 km fino a Gangotri; l’affascinante villaggio di pellegrini che segna l’inizio del nostro trekking yogico fino a Gomukh. Con Mother Ganges che corre direttamente attraverso il centro di questo hub dell’Himalaya, Gangotri consiste in una lunga strada. E ‘rivestito con deliziosi dolcetti di farcitura, e un sacco di cianfrusaglie religiose e ricordi.
Troverai statue di Lord Shiva, foto incorniciate di Mother Ganga e fasci di bottiglie, che potrai riempire per mantenere la tua parte di Mother Ganga insieme a te. Avremo tempo per esplorare questa città magica, visitare gli ashram, meditare lungo il fiume e partecipare alla serata della cerimonia di Ganga Aarti al tempio di Gangotri. Ganga Aarti è la tua occasione per ricevere la purificazione e una benedizione di Mother Ganges. Canteremo canzoni in onore di Madre Ganga, acquisendo il suo potere attraverso i fuochi e le lampade. Sarà un bel momento pieno di energia trasformativa.
4 ° giorno: Trekking da Gangotri a Bhojwassa
Questo è! Svegliati pronto e disponibile. Oggi inizieremo il nostro pellegrinaggio, percorrendo 13 chilometri in 6 ore, verso il ghiacciaio di Gangotri Gomukh! A partire da 3048 metri, saliremo a un’altezza di 3792 metri. Lasciando indietro Gangotri, entreremo in un altro mondo raggiungendo il checkpoint del Parco nazionale di Gangotri. Da qui i panorami sono all’istante meravigliosi. Con i raggi del sole che scoppiano tra le cime, ci snoderemo lungo il sentiero polveroso, sotto le possenti montagne dell’Himalaya che svettano sopra. È un paradiso panoramico per praticare la meditazione camminata!
Attraverseremo traballanti ponti di legno, oltrepassando curiose capre “blu”, camminando sulle orme immaginabili dei tempi antichi pellegrini. Proprio quando la tua energia sta iniziando a svanire, ci sarà probabilmente un Sadhu che cammina accanto a te, nei suoi umili sandali e veste arancione, incoraggiandoti a continuare! Una volta arrivati a Bhojwassa, sarai davvero sull’Himalaya! Siamo a soli 4 chilometri da The Source! Ma prima, dobbiamo riposare, mangiare, ringiovanire e dormire bene in questo ultimo umile luogo di riposo prima di raggiungere la nostra destinazione.
5 ° giorno: Trekking da Bhojwassa al The Source Gomukh!
Buongiorno! Ti sveglierai con le migliori vedute delle cime del Bhagirathi, con una tazza di chai caldo in mano e una ricca colazione indiana nella pancia. È giunto il momento per noi di incontrare finalmente la Fonte del Gange. Sei eccitato? Lo siamo davvero! Questo è l’ultimo tratto del nostro viaggio. Con tutta la tua forza, attraversa questo terreno roccioso e scala i massi di fronte a te. Ad un’altezza di 3890 metri, ce l’abbiamo fatta! Complimenti!
Questa è un’esperienza spirituale suprema per assistere alla prima apparizione della sacra Dea Ma Ganga alla luce del sole! 6 giorni di incredibile, ipnotizzante trekking in India e infine … eccoci a Gomukh: seduti davanti alla potente, fonte che cambia la vita di Madre Ganga stessa. È la dea vivente e respirante dell’India; chi ti ama.
Abbiamo appena vissuto uno dei trekking più spirituali dell’Himalaya, attraverso un paesaggio profondamente magnifico e sacro. Camminare fino alla Fonte del Gange è un’esperienza che cambia la vita.. Dopo la meditazione torneremo a Bhojwassa per passare un’altra notte. Questo è il momento di riflettere su tutto ciò che hai raggiunto negli ultimi 5 giorni e di far tesoro dei ricordi che hai oggi con Madre Ganga.
6 ° giorno: Salita da Bhojwassa a Gangotri e guida a Uttarkashi
Discenderemo e torneremo delicatamente a Gangotri entro 5 ore. Una volta arrivati a Gangotri, prenderemo un viaggio privato di 2,5 ore fino a Uttarkashi, e prendiamo un meritato riposo qui per la notte.
7 ° giorno: Uttarkashi a Rishikesh via Lamgown
Nel nostro ultimo giorno, torneremo a Rishikesh, godendoci una sosta attraverso Lamgown lungo la strada. Un piccolo villaggio di montagna, questo è un luogo incantevole per sperimentare la vera vita del villaggio indiano e visitare il tempio di Sem Mukhem nelle vicinanze. Torneremo a Rishikesh la sera: compiuti, rinnovati e rinnovati!
Cosa è incluso nella seconda settimana?
Il nostro trasporto privato 6 notti di alloggio:
– Siamo in pensioni, l’alloggio è pulito, semplice, con servizi di base
– Durante l’escursione passeremo due notti all’Ashram di Bhojwassa. Questa è una sistemazione in stile pellegrinaggio. È anche possibile trascorrere due notti in tenda
16 pasti
Lezione di yoga e meditazione nella natura
Lezione di Inglese
Esperienza spirituale e culturale
Tutti i permessi e le tasse governative.
Ti invitiamo caldamente ad avventurarti con noi alla Source dal 3 settembre al 16 settembre 2018!
Per iniziare il tuo viaggio a The Source of The Ganges con noi, inviaci un’email.
Restiamo in attesa della vostra risposta
 
Madhav Anand ( Marco Alpeggiani )
INSEGNANTE DI YOGA, OPERATORE AYURVEDICO, TERAPISTA STRESS MANAGEMENT metodo SMET
Hari Om,
Il mio percorso di praticante consapevole è nato dall’incontro con due cari fratelli interiori, Yogi Ji e Yogi Chandrakant che mi hanno introdotto all’arte dello Yoga e dell’ Ayurveda in bellissime lezioni e pratiche lungo le sponde del Gange al Shri Sant Sewa Ashram in Rishikesh, India.
Mi sono diplomato come INSEGNANTE DI YOGA presso la Mahatma Yoga Foundation e presso l’Ayuryoga School della stessa città.
Dopo un Diploma come TERAPISTA AYURVEDICO a Lugano, ( Svizzera ) mi sono specializzato negli anni in YOGA & AYURVEDA per STRESS MANAGEMENT, nel MASSAGGIO AYURVEDICO DEI PUNTI MARMA e sono ISTRUTTORE DI YOGA AZIENDALE accreditato presso la S-Vyasa Yoga University di Bangalore – India.
– Iniziato all’HATHA YOGA presso il Parmananda Ashram di Indore – India.
– Iniziato al KRIYA YOGA presso il Kriya Yoga Ashram di Topovan – India.
La possibilità di poter condividere amore, dedizione e la pratica dello Yoga e dell’Ayurveda con tutti voi mi trova sinceramente lusingato e spero di vedere presto il vostro sorriso riflesso nel mio.
Pranam
INFO:
+41 076 793 1860
+39 333 625 9543

 

 

SMETti di Stressarti

21740593_924467204378487_5506201303799531413_n

Stress lavoro

TICINO MANAGEMENT OTTOBRE 2017

Anna Martano Grigorov

Ogni persona attiva professionalmente passa gran parte del proprio tempo sui luoghi di lavoro, quindi conosce lo stress correlato alle prestazioni lavorative. In particolare ne è soggetto chi ricopre posizioni di responsabilità.

«I professionisti hanno bisogno di sensibilità, brillantezza e creatività» esordiisce Marco Alpeggiani, consulente e operatore del Metodo SMET per la gestione dello stress correlato al lavoro; «purtroppo nel processo di avanzamento di carriera i livelli di stress aumentano, portando al deterioramento della salute».

Lo stress da lavoro è il problema di salute più frequente legato all’attività lavorativa in Europa dopo i disturbi muscoloscheletrici. Circa la metà dei lavoratori lo considera un fenomeno comune nel proprio luogo di lavoro. Il 50–60% delle giornate lavorative perse è riconducibile a tale fenomeno.

Lo stress in ambito lavorativo si traduce per le ditte in assenteismo, elevato turnover, con conseguente aumento dei costi per la sostituzione del personale, problemi disciplinari, errori, infortuni, riduzione della produttività, danni all’immagine aziendale e processi decisionali inadeguati, fino ad arrivare a casi, purtroppo non infrequenti, di burn-out tra i dipendenti.

La durata prolungata nel tempo, senza possibilità di riposarsi, è uno dei motivi che rende dannoso lo stress. «Quello che bisogna fare» sostiene l’operatore del metodo SMET, «è imparare a ‘lasciar andare’. Le condizioni di vita vigenti nella società moderna ci suggeriscono spesso di incaponirci, e questo non ci fa bene. Atteggiamenti come “Non mi posso rilassare”o “Voglio ottenere un risultato a tutti i costi” producono stress. Invece, è saggio ‘affidarsi’». Voler a ogni costo mantenere il controllo si traduce in una situazione di tensione che coinvolge tutta la persona e influisce sulla sua salute, sui suoi rapporti interpersonali e sulla sua qualità di vita.

«L’efficienza lavorativa è fortemente dipendente da come si gestisce la propria energia», osserva Marco Alpeggiani, «e soprattutto di come la si gestisce all’interno di un gruppo. Sono importanti le capacità di immergersi, di ascoltare, di prendere in considerazione i suggerimenti e le avvisaglie che si ricevono dal proprio gruppo di lavoro. La buona condizione di un’azienda dipende anche dalla capacità dei propri leader di fare team building, ascoltare, essere vigili e attenti. Nei momenti di stress invece ci si costruisce una bolla.

Si è meno disponibili a prestare ascolto, a valutare le informazioni che giungono dall’esterno, dai propri pari o dai dipendenti, non si ha l’energia di metabolizzare altri input. È troppo difficile gestire l’emergenza del momento e ci si chiude a qualsiasi altro contributo. L’atteggiamento in questi casi si potrebbe riassumere così: “Ne ho già abbastanza dei miei problemi, figuriamoci di quelli altrui!”, che denota la paura di non saper fronteggiare una certa situazione, e una forma di aggressività ‘difensiva’».

Alpeggiani prosegue: «Se ci si arrocca nel proprio piccolo nido, di solito vuol dire che si è sotto stress, si vive un momento di separazione, mentre invece si dovrebbe parlare, comunicare, mantenere un atteggiamento psicofisico particolare: essere riposati, centrati, determinati, avere una forte energia, accettare le proprie caratteristiche e i propri limiti, che spesso invece vediamo solo in maniera negativa e come fonte di ansia».

A una sensazione di spossatezza emotiva, fisica e mentale per cui le persone si sentono completamente prive di energia, subentra un atteggiamento di indifferenza o distanza nei confronti del lavoro, strettamente legato a un calo del rendimento, dovuto al venir meno della fiducia nei propri mezzi e alla sensazione di essere sempre meno all’altezza della situazione nonostante il grande impegno.

Questi problemi possono essere affrontati e gestiti efficacemente con il programma SMET, acronimo che sta per Self Management of Excessive Tension (autogestione della tensione eccessiva). Il metodo è stato sviluppato esclusivamente per coloro che soffrono di ‘pressione lavorativa’ o ‘stress occupazionale’ nel mondo aziendale. «Le tecniche sono semplici ma molto efficaci se praticate regolarmente.

È un metodo che lavora sulla costruzione e sull’immagazzinamento della tensione, la quale a livello fisico si traduce in posture scorrette, dolori muscolari e articolari», illustra Marco Alpeggiani. «Mi ero avvicinato allo yoga molto tempo fa, riconoscendone tutti i benefici.

Ho scoperto che c’era un corso sulla gestione dello stress con un approccio scientifico, strutturato, programmatico, ho pensato che seguirlo fosse il miglior piacere che potessi fare a me stesso e agli altri». La competenza emotiva è ora con- siderata una capacità chiave nella vita, è un indicatore del potenziale successo o fallimento professionale, ed è scientificamente riconosciuto come le pratiche basate sullo yoga abbiano un profondo impatto sul miglioramento della stabilità emotiva e del controllo del sé.

Le prime ricerche sullo SMET risalgono al 1976. Esso è stato concepito scientificamente e sviluppato in una procedura standard nel 1986 a Bangalore, dalla S-Vyasa University, il secondo istituto di ricerca in ambito medico più importante dell’India. «Bangalore è la città portabandiera della modernità tecnologica, è il centro scientifico d’eccellenza dell’Unione Indiana e una città estremamente evoluta, con ritmi lavorativi molto elevati» fa notare Alpeggiani. «Vi sono molto diffuse patologie legate allo stress da lavoro. Inizialmente ci si limitava a curarne i sintomi, senza riuscire ad arrivare alla radice dei problema.

La medicina occidentale non aveva risposte strutturate a questo problema. Allora la ricerca si è rivolta all’antica saggezza indiana e nei libri sacri ha trovato dei mantra cantati da cui ha tratto il suggerimento che l’alternanza equilibrata di stimolazione e rilassamento possa condurre a una situazione di calma interiore, centratura e benessere.

«Lo SMET offre tecniche complete, semplici ed efficaci per soddisfare le sfide nel mondo aziendale di oggi» spiega Marco Alpeggiani. «Il corso integra posture yoga, tecniche di respirazione e meditazione ciclica. I vantaggi per i dipendenti sono molteplici: riduzione dello stress, dell’ansia e della depres- sione; aumento dell’energia e diminuzione della fatica; incremento della memoria, dell’attenzione e della concentrazione; accresciuta flessibilità psicofisica, e maggior tonicità dei muscoli; miglioramento della postura; in ultima analisi, si ristabilisce la salute generale e si riduce il rischio di malattie.

30 minuti di pratica SMET corrispondono a sei ore di sonno REM».

In ultima analisi, questi effetti si ripercuotono positivamente sul business: la produttività aumenta; si riduce l’assenteismo dei dipendenti e migliora il loro grado di soddisfazione, quindi tutti lavorano in modo più efficiente. E tutto ciò trova un proprio riflesso anche negli oneri per l’assistenza sanitaria, che si ridimensionano sensibilmente. Cosa non da poco, giacché in Svizzera si stima che i costi dello stress in azienda si attestino attorno ai 4,2 miliardi di franchi l’anno.

Anna Martano Grigorov

Stress lavoro

Diapositiva03

Diapositiva04

 

 

MARMABYANGAM

MARMABYANGAM su prenotazione, presso la nostra sede o comodamente a domicilio su chiamata……. “Massaggio Ayurvedico dei punti vitali” La scienza dei Marma, detta anche Marma Vidya, è un’altra straordinaria e dinamica terapia Abyangam, dal valore inestimabile in ambito di salute, malattia, vita quotidiana e pratica spirituale. La Terapia dei Marma, Marmabyangam, è un importante metodo […]

via – MASSAGGIO PUNTI MARMA direttamente dall’India l’arte del benessere psico-fisico — AYURYOGA 4

CORSI DI FORMAZIONE CONTINUA “ APPROCCIO INTEGRATO TECNICHE RIGENERATIVE “ in esclusiva AYURYOGA 4

“Lo stress è il sale della vita, una carica fornita non solo alla sfera fisica ma anche alla sfera psichica purché l’uomo impari a rilassarsi e ad entrare in rapporto più intimo, sereno con sé stesso e con gli altri” H.Selye

Abbiamo lʼonore di presentarvi un metodo empirico ed elaborato scietificamente di GESTIONE dello STRESS frutto delle nuove ricerche universitarie e mediche internazionali.

Adesso è possibile misurare, dimostrare e valutare lʼesaurimento da lavoro, da stress fisico o psichico. Spesso si è costretti a consigliare cambiare rotta, cambiare lavoro, fare periodi di riposo prima che si manifestino malattie irreversibili come esaurimento, depressione, infarto o ictus.

Lʼ Approccio Integrato di Tecniche Rigenerative (A.I.T.R) è una soluzione per ridurre l’intensa attività di stress a livello individuale o di gruppo e le sue conseguenze sul posto di lavoro a livello motivazionale ed interpersonale. Frutto di anni di ricerca delle più rinomate università e foundazioni internazionali, siamo ora in grado di presentare un approccio olistico alla cura e alla gestione di situazioni conflittuali e logoranti a livello psicofisico ed emozionale. A.I.T.R agisce direttamente sul sistema nervoso neovegetativo e nel giro di solo unʼ ora permette ai particanti di passare gradualmente da uno stato di disagio psicofisico, anche acuto, ad uno di completo e profondo rilassamento stimolando il sistema parasimpatico con tutti i suoi profondi benefici a livello organizzativo, relazionale e manageriale.

Tramite lʼadozione di queste tecniche non solo possiamo affrontare complesse ripercussioni legate allo stress, ma anche garantire buone strategie di prevenzione in modo da pianificare più efficientemente una coesione lavorativa salutare, armonica e consolidata nel tempo. SIMTOMI DI STRESS LAVORO CORRELATO I sintomi organizzativi rappresentano le manifestazioni di malessere e disagio (stress lavorativo) che i lavoratori possono sperimentare sul lavoro, espresse in diverse forme. La rilevazione dei sintomi organizzativi viene realizzata facendo riferimento alla letteratura scientifica (Kasl, Cooper, Cox,e altri…) nella quale si ritrovano elenchi contenenti i fattori di rischio stress ritenuti maggiormente oggettivi.

I sintomi/segnali/indicatori della presenza/insorgenza di problemi di stress possono essere raggruppati in diverse categorie: 1. Organizzativi 2. Comportamentali 3. Psicologici 4. Fisici / Psicosomatici

1. Sintomi Organizzativi – – Assenteismo – Turn over – Conflittualità / Difficoltà relazionali – Bassa qualità nelle prestazioni – Infortuni /malattie professionali – Cambio mansione – Problemi disciplinari – Violenza e molestie di natura psicologica – Non conformità

2. Comportamentali – Indecisione e insicurezza – Irrequietezza – Impulsività crescente – Diffidenza o aumento della stessa – Capacità di giudizio ridotta ed aumento degli errori – Impazienza e suscettibilità – Voglia di isolarsi e/o non frequentare gli altri – Difficoltà crescenti nei rapporti interpersonali – Assuefazione all’alcool, al fumo e/o sostanze calmanti o stimolanti – Disturbi del comportamento alimentare: attacchi bulimici (episodi anoressici più raramente)

3. Sintomi Psicologici – Concentrazione e attenzione ridotta – Memoria meno pronta – Nervosismo e irritabilità – Stato ansioso e apprensivo costante – Crisi d’identità – Crisi depressive, autocommiserazione, crisi di pianto – Tendenza a fantasticare – Autocritica esagerata – Pessimismo e cattivo umore

4. Fisici / Psicosomatici – Disturbi dell’alimentazione (anoressia, bulimia) – Disturbi gastroenterici (ulcera e colite) – Disturbi cardiocircolatori (ipertensione, ischemia) – Disturbi respiratori (asma bronchiale) – Disturbi urogenitali (alterazioni mestruali, incontinenza) – Disturbi sessuali (impotenza) – Disturbi locomotori (dolori lombari, reumatismo psicogeno, cefalee da contrazione muscolare). – Disturbi dermatologici – Disturbi del sonno

E’ importante sottolineare che individuare la presenza di sintomi di stress lavoro correlato riportati nell’elenco non significa individuare fonti / fattori di stress presenti all’interno dell’organizzazione, bensì individuare dei comportamenti e dei servizi compatibili con stati di stress e pianificati per ridurre le loro incidenze aziendali ed interpersonali.
APPROCCIO INTEGRATO TECNICHE RIGENERATIVE (A.I.T.R.) Applicazione dei principi e tecniche olistiche nella prevenzione e riduzione dello stress psicofisico
.
 Breve presentazione:
 La frenesia della vita odierna, i problemi da affrontare sul lavoro e nelle
relazioni possono alimentare in noi stress e tensione.
Possiamo allora chiederci, come superare lo stress?
 Ormai numerosissimi studi neurofisiologici e clinici dimostrano che una pratica fisica cotante ha profondi e benefici effetti sul cervello e sulla salute fisica e mentale.

 Le pratiche presentate in questo percorso formativo, propongono una serie di tecniche che aiutano a ridurre lo stress e a prevenire l’insorgere di disturbi psico- corporei.
 Questo percorso rieducativo mette a disposizione le più antiche tradizioni orientali che sono state sperimentate con successo in tutti questi anni, per il miglioramento delle problematiche quotidiane legate allo stress e per accrescere le capacità di ascolto e di analisi. Lʼobiettivo è quello di impostare una via, un percorso consapevole, dove cambiare i pensieri disturbanti e le difese garantendo un distacco con le normali tensioni stressanti che impediscono una chiara visione professionale e di vita.
Questa capacità di gestire lo stato di affanno si definisce RESILIENZA e può essere appresa generando nuovi fattori biologici, fisici, psicologici e sociali che permettano di resistere, adattarsi e rafforzarsi, a fronte di una situazione di rischio. In particolare, date le specifiche competenze dei conduttori, verranno presentati percorsi pratici e di meditazioni con l’obiettivo di fornire strumenti per: – Migliorare la capacità di gestione dello stress: resilienza
 – Migliorare il senso di benessere fisico e relazionale
 – Migliorare la consapevolezza dei comportamenti della mente
 – Incrementare il benessere emozionale
ed inetrpersonale – Migliorare la capacità decisionale e di concentrazione
 – Allentare il controllo mentale
 ed agevolare lʼintuito – Aprire a nuove sensazioni allenando la creatvità
 – Liberare le proprie potenzialità professionali e curative

IL METODO: 
L
 a persona viene vista nella sua interezza, attraverso tutte le funzioni psico-corporee: posturale-muscolare
 fisiologico
 emotivo
 cognitive Caratteristica di tutti gli incontri sarà lʼapproccio di tipo esperienziale.
Verrà dato ampio spazio alla parte pratica di sperimentazione soggettiva, e saranno integrati momenti di scambio riguardanti la didattica e i concetti che sono alla base delle pratiche di gestione dello stress. Lo scopo del corso non è solo dimostrativo ed esperienziale ma anche formativo ed è principalmente indirizzato a trasmettere un bagaglio di tecniche corporali che potranno essere usate praticamente allʼevenienza. Lʼ A.I.T.R. è uno strumento efficace in grado di aiutare a ridurre lo stress sul posto di lavoro e capace di creare team di professionisti felici, motivate e pieni di energia.

CARATTERISTICHE UNICHE DEL A.I.T.R. PER IL LAVORO

Ottimo rapporto qualità/prezzo, non richiede investimenti eccessivi in termini di tempo. Riduce lo stress istantaneamente e se ne percepiscono i benefici fin dalla prima sessione. Scientificamente provato con risultati misurabili. Facile da praticare, accessibile a tutti.

BEBEFICI SCIENTIFICAMENTE DIMOSTRATI

Una ricerca clinica condotta a Bangalore, in India, e unʼaltra condotta negli Stati Uniti, hanno dimostrato che queste tecniche abbassano i livelli degli ormoni legati allo stress nel sangue. Un altro studio importante del 2007, condotto negli Stati Uniti, ha messo in evidenza gli effetti delle Tecniche di Rilassamento sullʼefficacia personale al lavoro.

SETTE BUONE RAGIONI PER PORTARE LʼA.I.T.R. NELLA TUA  ORGANIZZAZIONE

Eʼ il modo più veloce per ridurre lo stress: Lʼ A.I.T.R. è di gran lunga uno dei metodi più rapidi e se ne avvertono i benefici fin dalla primissima sessione. Eʼ in grado di ridurre simultaneamente lo stress fisico, mentale ed emotivo riportandoci alla condizione ottimale di equilibrio. Fa aumentare le emozioni positive e diminuire quelle negative. Eʼ un sano esercizio per persone indaffarate.

Lʼ A.I.T.R. funziona come un esercizio aerobico, senza far sudare. Aiuta a stimolare il battito cardiaco, a far aumentare la circolazione sanguigna, a ossigenare lʼorganismo e a eliminare le tossine. PeakPerformance: In un dato momento, la performance dipende dallʼumore e lʼ A.I.T.R. ha il potere di cambiare lo stato mentale in pochi minuti, favorendo il rilascio di neuro-peptidi particolari, le endorfine. Il cervello ha bisogno del 25% in più di ossigeno rispetto agli altri organi del corpo.

Lʼ A.I.T.R. fà aumentare la provvista netta di ossigeno, aiutando così la performance ottimale e facendo aumentare la quantità energetica ed elaborativa. Team Building: LʼA.I.T.R è uno strumento efficace per connettere le persone fra di loro facilmente. Aiuta anche a sviluppare un atteggiamento mentale positivo, lʼottimismo e le capacità di comunicazione necessarie per favorire il team building. Motivazione e comunicazione: Per chi lavora al front office, nelle vendite e nel marketing, lʼ A.I.T.R è di aiuto: porta un sorriso sul volto e genera buoni sentimenti.

Ciò aumenta le abilità di comunicazione e motivazionali, aiutando ad ampliare la base dei clienti e a migliorare il grado di soddisfazione della clientela. Innovazione e creatività: Lʼ A.I.R.T. stimola lʼattività dellʼemisfero cerebrale destro, la sede della creatività. Ciò aiuta a generare nuove idee e nuovi punti di vista relativamente ai problemi che si incontrano sul lavoro. Per stare al passo in questo mercato altamente competitivo, è necessario essere molto innovativi, e noi vi aiutiamo a diventare più creativi e innovativi.

Aumenta la curva dellʼattenzione: Il cervello umano non riesce a concentrarsi per oltre 90 minuti, dopodiché la curva di attenzione si riduce. Una sessione di A.I.T.R di soli 10-15 minuti può fornire una grande energia per poter sostenere lunghe sessioni di formazione e conferenze. Aiuta ad aumentare la curva dellʼattenzione, migliora la capacità di apprendimento, la capacità di concentrazione e il potenziale.

PROGRAMMA DEL CORSO

1 Incontro – PRESENTAZIONE E DISCUSSIONE DI GRUPPO

2 Incontro – Pratica Introduttiva

3 Incontro – AITR e la respirazione

4 Incontro – AITR + controllo del respiro

5 incontro – AITR in ufficio o in viaggio

6 Incontro – AITR + Mindfulness Meditation

7 incontro – AITR + MSRT ( Mind Sound Resonance Technique )

8 Inocntro – AITR + Cyclic Meditation

9 Incontro – REVISIONE CONCORDATA

10 incontro – FEED BACK e CONCLUSIONE

Ci proponiamo lo scopo di introdurvi allo studio e all’esperienza pratica delle principali tecniche di rilassamento profondo, sicuro veicolo antistress ed incomparabile recupero delle energie psicofisiche, secondo le più importanti ed accreditate Scuole. I metodi di rilassamento sono procedimenti ben definiti, che tendono ad ottenere nell’individuo una distensione muscolare e psichica mediante l’esecuzione di esercizi appropriati: questo porta ad un “tono di riposo” che è poi il contrario dello stato di contrattura nel quale versiamo solitamente.

La distensione può, pertanto, essere definita sia uno stato psicofisico che una tecnica diretta, mirante ad ottenere un riposo che sia il più efficace e completo possibile e, nello stesso tempo, apprendere come gestire l’economia delle forze nervose richieste dall’attività generale dell’individuo.

Lo stress, la tensione continua, l’ansia e il nervosismo, oggi così comuni, hanno effetti deleteri e sono autentiche fucine di disturbi psicosomatici e di alterazione del comportamento. Con il nostro aiuto possono essere efficacemente contrastate mediante l’applicazione di un programma solido, razionale, scientifico e convalidato dall’esperienza, che conduca alla distensione ed ad un miglior controllo dei propri mezzi in ambito lavorativo e personale.

OBBIETTIVI DEL CORSO

– Gestire meglio le emozioni nelle situazioni di tensione

– Conoscere i meccanismi dello stress ed individuarne le cause

– Apprendere delle tecniche di rilassamento per abbassare rapidamente il livello di tensione

– Sviluppare delle strategie operative di gestione dello stress

– Apprendere metodi per affrontare le tensioni lavorative

– Applicare tecniche di comunicazione utili a gestire lo stress generato dai nostri interlocutori

Alla fine del corso i partecipanti saranno in grado di:

– Applicare strategie per gestire lo stress

– Utilizzare tecniche per aumentare la concentrazione e il potenziale individuale

– Trasformare gli errori e le esperienze negative in occasioni di apprendimento

– Accettare di condividere maggiormente il gruppo

DOCENTE:

Alpeggiani Marco ( http://www.ayuryoga4.com )è formatore linguistico aziendale, consulente alla comunicazione internazionale ed editore iconografico con 15 anni di esperienza professionale ed accademica a livello europeo e asiatico.

Si è laureato in Scienze delle Comunicazioni e Scienze Culturali alla London Metropolitan University di Londra e ha ottenuto un Master in Foto Giornalismo Applicato presso la prestigiosa University of Westminster della stessa città britannica coadiuvato da professionisti del calibro del famoso editore internazionale, ed ex senior editor della rivista Times, Colin Jacobson. Ha lavorato per alcune delle più prestigiose società del settore formativo, comunicativo e promozionale-fieristico dove ha avuto la possibilità di mettere alla prova le sue ottime doti communicative, formative, motivazionali ed interpersonali in maniera continuativa per società del calibro di : Nokya, T-Mobile, Google, Inlingua, British Institutes, Arduino, Eni e Motivaction per citare le più rinomate.

Dal 2010 ha intrapreso un nuovo complementare percorso formativo che lo ha portato a diplomarsi e consolidarsi come Insegnate di Yoga e Meditazione ed Operatore Ayurvedico in modo da poter offrire un approccio olistico alla soluzione e promozione di tematiche aziendali e personali complesse in cui lo stress influenza pesantemente il raggiungimento costante di obbiettivi e il rendimento complessivo in ambito lavorativo e programmatico.
Crede fortemente in un approccio personale ed individuale non strutturato o genelarizzamente casistico. Ha sviluppato forti capacità empatiche e communicative che gli permettono di seguire, motivare e formare in maniera propositiva le dinamiche portanti delle comunicazione sia personale che aziendale verso una percezione extra-personale ed unitariamente di gruppo.

Offre la sua esperienza e professionalità per un consolidamento paritario, stratturato e dinamico ad un approccio congiunto del benessere personale coadiuvanto al successo professionale , le due faccie imprescindibili della stessa medaglia che apportano benefici a 360 gradi alle dinamiche evoluzionistiche sul piano esistenziale ma primariamente professionale.

Copyright©2016-2026 Alpeggiani Marco http://www.ayuryoga4.com, All Rights Reserved

MSRT – MIND SOUND RESONANCE TECHNIQUE

 

11923257_815578748541453_7052481475327029373_n

In esclusiva per voi da AYURYOGA 4

Una tecnica avanzata di Yoga che agisce su Annamaya, Pranamaya, Manomaya, Vijnanamaya e Anandamaya kosas- i cinque strati di coscienza dell’essere umano. Chiamata Kosa Panca Umani, è stato sviluppata come parte di un approccio integrato della terapia yoga per combattere lo stress su tutti i livello corporei e sensoriali

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4278139/

 

 

 

 

CORSI E CONSULENZE di MEDITAZIONE CICLICA

cyclic-meditation-1-728

” 30 minuti di pratica corrispondono al riposo indotto da 6 ore di sonno profondo”.

Questa metodologia applicativa è il risulatato di due decenni di ricerca presso la prestigiosa S -VYASA Deemed University di Bangalore, India,( la seconda più rinomata universita di ricerca sullo Yoga al mondo ) allo scopo di offrire al mondo attuale una lettura scientifica e razionale alle applicazioni di stimolo e di prevenzione yogiche alle condizioni individuali e lavorative dell’uomo moderno.

Parte integrante delle tecniche A.I.T.Y agisce direttamente sul sistema nervoso neovegetativo e nel giro di solo un’ ora permette ai particanti di passare gradualmente da uno stato di disagio psicofisico, anche acuto, ad uno di completo e profondo rilassamento stimolando il sistema parasimpatico con tutti i suoi profondi benefici.

Tramite l’adozione di questa tecnica non solo possiamo affrontare complesse ripercussioni legate allo stress, ma anche garantire buone strategie di prevenzione in modo da pianificare più efficientemente una coesione lavorativa salutare, armonica e consolidata nel tempo.

1. VY [A] CM ™ ( MEDITAZIONE CUCLICA)

Nella nostra vita giorno per giorno, ci rilassiamo profondamente spesso inconsciamente con stretching e sbadigli. Nella Meditazione Ciclica ci tendiamo coscientemente e sistematicamente, ci rilassiamo con asana come Padahastasana, Ardha Cakrasana e Ardhakati Cakrasana, Sasankasana e Ustrasana. Queste posizioni forniscono una forte stimolazione a livello muscolare e mentale. E’ provato scientificamente che 30 minuti di questa pratica meditativa corrispondono al riposo indotto da 6 ore di sonno profondo.

Una ciclica alternanza di stimolazione e di relax ci permette di raggiungere in un profondo silenzio meditativo e contemplativo. VY [A] CM ™ ci aiuta a creare una salute brillante e ottima. Ci guida a raggiungere la maturità senza stress durante il nostro cammino di vita.

Stimola la nostra mente assonnata, ci rilassa e riduce le nostre distrazioni. Ci permette di riconoscere i nostri sforzi profondi e di liberarli. Infine, ci aiuta a raggiungere la stabilità della nostra mente e ci impedisce di essere facilmente disturbati.

SERVIZIO IN ESCLUSIVA : http://www.ayuryoga4.com

WWW.CHILDRENOFTHEGANGES.COM.

CGLogoNew

Benvenuti a “CHILDREN OF THE GANGES “

Associazione per un’istruzione gratuita ai bambini di strada di Rishikesh, India.
Siamo un gruppo di volontari che si impegna a migliorare la situazione dei bambini
e abbiamo deciso di cominciare dall’educazione.

I nostri scopi sono i seguenti:

– fornire istruzione gratuita dalla scuola materna fino al livello secondario superiore,
per bambini, indipendentemente dalla religione, casta, sesso o status sociale

– promuovere le qualità personali della gentilezza e della compassione in
congiunzione ad un comportamento etico ed un senso di responsabilità universale

– ispirare i bambini con qualità di guida e di motivazione a portare pace,
felicità e benessere alle loro comunità e all’ambiente in cui vivono

http://www.childrenoftheganges.com

– TRATTAMENTI AYURVEDICI DISPONIBILI


 

cropped-10577134_760015154062610_2237773436342012264_n.jpg

Griva Abhyanga – Trattamento Cervicale : Trattamento parziale dedicato alla cervicale. Indicato per contratture muscolari e sintomatologie dolorose della cervicale, gli stati di affaticamento, le tensioni da stress mentale e posturale ed il mal di testa.

Hastabhyanga – Massaggio alle mani: Trattamento rilassante che allevia l’insonnia, il nervosismo, dà leggerezza e distende la mente e il corpo. Particolarmente indicato per chi esegue lavori manuali e per le persone più anziane, agisce sugli apparati funzionali importanti riequilibrandone le potenzialità.

Kaash Bowl – Massaggio al piede: Kaash Bowl è una antica e tradizionale pratica Ayurvedica
E’ un trattamento dedicato al piede che si caratterizza per l’utilizzo di una particolare “ciotola” realizzata con una speciale lega di metalli che hanno effetti benefici su tutto l’organismo, di norma viene usata con il supporto di una sostanza oleosa, il “Trifhala Ghee”.

Mukhabhyanga – Massaggio al viso: Rilassante e antistress, nutre gli organi di senso e agisce sui punti d’incontro tra due o più funzioni importanti del corpo. Pulisce a fondo la pelle liberandola dalle impurità e ossigena i tessuti. Elimina la fatica, migliora la vista e potenzia le difese immunitarie.

Nadi Abhyanga – Massaggio corpo per migliorare la circolazione arteriosa: Favorisce il flusso arterioso. Trattamento indicato per il miglioramento della circolazione arteriosa e per un ottimale trofismo dei tessuti. E’ un trattamento che dona forza ed energia.

Nala Abhyanga – Massaggio corpo drenante e defaticante: E’ indicato per il miglioramento della circolazione venosa e linfatica, la rimozione delle tossine, allevia la stanchezza, la ritenzione idrica ed il gonfiore, rimuove la stasi sanguigna e linfatica.

Padabhyanga – Massaggio ai piedi: Trattamento particolarmente distensivo che agisce sui punti cruciali delle principali funzioni organiche e sugli apparati ad esse collegati. Riattiva la circolazione e rimedia agli squilibri responsabili di piedi gonfi e ritenzione di liquidi alle estremità. Dona stabilità psicofisica.

Sarvanga Abhyanga – Massaggio corpo a 2 mani o 4 mani: Attenua gli squilibri delle tre energie fondamentali (Vata, Pitta e Kapha) che governano ogni organismo. Scioglie le tensioni muscolari e allevia lo stress accumulato. Indicato per dolori articolari, ansia e stati di stress prolungato; migliora la qualità del sonno ed il sistema immunitario.

Siroabhyanga – Massaggio alla testa: Un trattamento molto piacevole e riposante che migliora lo stato del cuoio capelluto e previene la caduta dei capelli, crea uno stato di rilassamento e chiarezza mentale, incrementa la vista e favorisce la qualità del sonno, aumenta la forza in tutto il corpo e nutre i tessuti che stanno alla base dell’organismo.

Thandabhyanga – Massaggio parziale al dorso: Si tratta di un massaggio parziale dedicato al dorso, indicato per tutte le tensioni, da stress mentali, e posturali e muscolari.

Trattamento dei punti Marma: Trattamento di riequilibrio energetico e stimolazione dei 107 punti vitali situati in tutto il corpo. Stimola le energie di difesa e porta equilibrio all’intero complesso corpo-mente. Utile nei deficit immunitari, stati di stanchezza e stress prolungato. Liberando i canali energetici il corpo ritrova la propria naturale espressione di armonia e pieno benessere.

Trattamento energetico delle Nadi canali energetici: Le Nadi sono i canali energetici che trasportano l’energia vitale e quindi il nutrimento in ogni parte del corpo. In questo particolare trattamento vengono adeguatamente stimolate. L’uso principale delle terapie ayurvediche è rivolto alla pacificazione degli organi motore e di senso.

Udarabhyanga – Massaggio addome: Il massaggio all’addome agisce su una regione molto delicata del corpo, in cui sono situati praticamente tutti gli organi deputati alla digestione, escrezione e funzione riproduttiva, non protetti da una struttura ossea, ma semplicemente da una parete muscolare.

Massaggio con polveri o con olio: Si tratta di una modalità di massaggio applicata a tutto il corpo (viso e testa esclusi) di cui la frizione e lo strofinamento sono le manualità principali. La sua direzione è sempre dalla periferia al centro, per massimo 4 mani.

 

– MASSAGGIO PUNTI MARMA direttamente dall’India l’arte del benessere psico-fisico

MARMABYANGAM su prenotazione, presso la nostra sede o comodamente a domicilio su chiamata…….

“Massaggio Ayurvedico dei punti vitali”

La scienza dei Marma, detta anche Marma Vidya, è un’altra straordinaria e dinamica terapia Abyangam, dal valore inestimabile in ambito di salute, malattia, vita quotidiana e pratica spirituale.

La Terapia dei Marma, Marmabyangam, è un importante metodo di trattamento Ayurvedico che si occu­pa dell’intera gamma dei problemi re­lativi alla salute, dal più banale al più grave. I punti Marma vengono anche definiti il punto d’incontro di muscoli, vene, arterie, tendi­ni, ossa e articolazioni, punti d’incontro fra il corpo fisico e corpi sottili. Come la corona di un rosario, questi punti sono uniti da un filo comune o canale sottile, Nadi. I Marma vengono attivati dall’energia del Prana che li raggiunge attraverso i canali sottili.

Il corpo è costellato di migliaia di punti marma, 365 fra questi sono i punti fondamentali e 43 sono quelli più comunemente usati. Alcuni punti sono più importanti di altri e 107 punti sono letali se su uno di essi viene ricevuta una ferita. I Marma sono i centri della forza vitale del Pra­na, il potere nascosto che sostiene tanto i processi fisici quanto quelli psicologici.

I Marma fungono da inter­ruttori Pranici utilizzabili per alzare o per abbassare, accendere o spegnere il Prana nelle varie zone del corpo. Tramite la manipolazione dei Marma è possibile indirizzare il Prana verso l’eli­minazione dei blocchi, il miglioramen­to del flusso energetico e il risveglio di riserve energetiche nascoste per entrare in contatto con i poteri più grandi della vita e della natura. Tutto questo rende la

Terapia dei Marma un importante strumento per la guarigio­ne ‘Energetica’ o ‘Pranica’. I marma sono punti chiave per la terapia fisica e per il massaggio Ayur­vedico. Marmabyangam si concentra sulle zone Marma che necessitano di mag­giore stimolazione o rilascio, utilizzando la conoscenza di pressione, calore, oli da massaggio e oli erboristici o aro­matici: tutti strumenti che permetto­no di lavorare con le energie interne per regolarne il flusso energetico.